Spegnetevi!

Hai ricevuto anche tu col passaparola complottaro un video destinato a sconvolgere i destini mondiali con una semplice azione? Anche tu dopo la visione ti sei fatto una domanda e ti sei dato una risposta?
Se la risposta che ti sei dato somiglia a quella che c’è in questo video, sentiti pur libero di usarlo per illuminare chi conosci.

GIENTISTI KON FUSI

Meme_11832230781764905248[1]

QUANDO C’ERA LVI I PIRATI STAVANO AI LAVORI FORZATI, NON SUI VELIERI A BERE IL KAFFEEE AUGURANDOSI IL BUONGIORNO L’UN L’ALTRO.

Essere cospirazione oggi

Mi sono fatto una mia idea sul perché certe persone sentano il bisogno di credere a qualunque ipotesi di complotto gli si pari di fronte, a prescindere dagli eventi personali che le hanno condotte alla medesima conclusione.
La base comune è che “c’è qualcosa sotto“.

citazioni

Non importa se la notizia ha a che fare con l’aumento del prezzo del sedano o una bomba atomica che esplode nel centro di Protonotaro, la cosa fondamentale è che se il giornale ne parla significa che c’è qualcosa sotto, ovvero che la notizia in sè è falsa o che l’evento è stato appositamente costruito per crearla.
Non si tratta di negazione della realtà come poteva essere per i sostenitori della non morte di Jim Morrison, ma di bisogno di affermazione di una realtà ulteriore, fondata sull’unico credo che i governi siano perfettamente organizzati _contro_ i cittadini, anche a costo di danneggiarsi da soli.
Da qui l’ipotesi di aerei che rilasciano scie chimiche per (secondo una delle ipotesi) far ammalare gli abitanti, che tralascia il dettaglio che, trovandoci tutti nello stesso macrosistema, spargere veleni o tossine varie da una certa altezza può provocare morti o malesseri anche a km di distanza, senza escludere gli stessi mandanti del misfatto.
Eviterò di dilungarmi (preterizione) sul costo necessario a comprare il silenzio di aziende produttrici, piloti, equipaggio, agenti delle varie forze di sicurezza, ingegneri (bisognerà pure progettare gli spazi, gli irroratori, i nascondigli in cui infilarli).
La realtà ufficiale, fin troppo lineare, non piace.
Eh, una volta gli aerei esistevano, eppure non c’erano scie nel cielo.
Mostri vecchie foto con scie di aerei: chiaramente sono state ritoccate, con fotossiop puoi fare tutto.
Così per qualunque cosa. Non c’è modo di convincere un complottista dell’assurdità di ciò in cui crede, e finché tale assurdità non provoca danni amen, si può sopportare.

Ma il problema vero si ha nei casi in cui l’assurdità di una tesi può condurre anche a migliaia di morti.
Ipotizziamo per esempio che i complottardi riescano a convincere abbastanza persone della pericolosità delle vaccinazioni. Ipotizziamo una futura generazione di bambini non vaccinati. Ipotizziamo un’epidemia, con conseguenze anche letali, su scala mondiale.

Basterebbe, questo, ad aprire gli occhi a chi è convinto di averli già aperti?
Ovviamente no, perché si tratta chiaramente di un complotto di Big Pharma che ha creato in laboratorio un virus nuovo, resistente alle millenarie difese immunitarie umane, e lo ha sparso per il globo in modo da lucrare sugli ammalati e convincere tutti a tornare al vaccino, trasformando tutti in autistici.

Ecco perché penso che il debunking sia tutt’altro che inutile. Un “convinto” è perso, non cambierà idea, ma evitare che sparga i propri deliri in giro è un dovere per ogni altro.

Sic brexit gloria mundi

Tsk! Voglio proprio vedere come se la caveranno, adesso, senza l’euro!

OT serio: il Sì ha vinto con poco più della metà dei voti, ed a votare sono stati circa il 70% degli aventi diritto. Un’affluenza assurda considerati i livelli italiani, ma consideriamo una cosa.
A conti fatti a votare Sì è stata poco più della metà di poco più del 70% degli aventi diritto, quindi a farla larga possiamo sparare un 40% del totale.
Questo perché si tratta di referendum senza quorum, altrimenti quel 48% di contrari all’uscita avrebbero semplicemente potuto disertare le urne e affossare la proposta.